ISSN 2784-9635

GAFI Mutual evaluation: le misure della Nuova Zelanda per combattere il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo

Francesca Urbani - 05/05/2021

Il Gruppo di Azione Finanziaria Internazionale (GAFI) e l’Asia-Pacific Group on Money Laundering (APG) hanno valutato il sistema neozelandese contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo (AML/CFT). Il rapporto è stato adottato nella riunione plenaria del Febbraio 2021 ed è una revisione completa dell’efficacia delle misure della Nuova Zelanda e della loro conformità alle raccomandazioni del GAFI; include una valutazione delle azioni del paese per affrontare i rischi derivanti dai terroristi e dalle organizzazioni terroristiche designate dall’ONU e a livello nazionale.

Le misure attualmente adottate dalla Nuova Zelanda per combattere il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo stanno dando buoni risultati, ma il Paese deve concentrarsi di più sul miglioramento della disponibilità di informazioni sulla titolarità effettiva, sul rafforzamento della supervisione e sull’attuazione di sanzioni finanziarie mirate. I rischi di finanziamento del terrorismo su larga scala sono principalmente in relazione a gruppi con sede all’estero. Utilizzando un processo completo di valutazione del rischio a più livelli, il Paese ha sviluppato una solida comprensione di questi rischi di riciclaggio di denaro e di finanziamento del terrorismo ed ha implementato un sistema AML/CFT che è efficace sotto molti aspetti. Ciò include l’uso efficace dell’intelligence finanziaria e degli strumenti di indagine per sostenere le indagini sul riciclaggio di denaro, i procedimenti giudiziari e il recupero dei beni criminali, con un’attenzione particolare alla limitazione e alla confisca dei beni criminali. Si registra una particolare efficacia dello Stato nel cooperare con i suoi partner internazionali al fine di contrastare il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo.

Le politiche e le attività nazionali AML/CFT affrontano i rischi di riciclaggio di denaro e di finanziamento del terrorismo della Nuova Zelanda in misura sostanziale. Tuttavia, le misure per fermare il riciclaggio di denaro nel settore non finanziario sono nuove e le imprese devono ancora comprendere come applicarle e come mitigare i propri rischi. Le tre Autorità di vigilanza AML/CFT della Nuova Zelanda hanno una buona comprensione dei profili di rischio analizzati dei loro rispettivi settori, ma c’è ancora spazio per migliorare l’uso di sanzioni efficaci, proporzionate e dissuasive. La supervisione del settore bancario, in particolare, necessita di maggiori risorse. Sono state infatti adottate misure per mitigare i rischi di riciclaggio di denaro e di finanziamento del terrorismo associati alle persone giuridiche e agli accordi, ma questi potrebbero essere minati da scappatoie riguardanti la proprietà beneficiaria e i direttori e gli azionisti designati.

 

 

Approfondimenti: https://www.fatf-gafi.org/publications/mutualevaluations/documents/mer-new-zealand-2021.html