Nuovo numero della newsletter UIF sull’attività svolta nel primo semestre 2020. Incremento delle SOS

Redazione - 23/07/2020

Nel primo semestre 2020 la UIF ha ricevuto 53.027 segnalazioni di operazioni sospette (SOS), con un incremento del 3,6% rispetto al periodo corrispondente del precedente anno.

La crescita è imputabile principalmente all’aumento delle segnalazioni inoltrate da banche e Poste (+15,3%). IMEL e IP è rappresentano la categoria (escluse banche e poste) maggiormente segnalante (55,9%), seguiti dai prestatori di servizi di gioco (14,7%). Fra gli IP, i money transfer hanno inviato 4.591 SOS, con principali paesi di destinazione Romania, Marocco, Pakistan e Senegal. In controtendenza l’incidenza degli altri intermediari e operatori finanziari, passata dal 24,5% al 21%, e quella del comparto non finanziario, scesa dal 12,1% all’8,4%. Tra i professionisti la categoria degli avvocati è quella a segnalare di meno (20 segnalazioni tra singoli e studi associati, a fronte di 1569 dei notai).

Approfondimenti: https://uif.bancaditalia.it/pubblicazioni/newsletter/2020/newsletter-2020-4/newsletter-20-4.pdf