ISSN 2784-9635

Parere Garante privacy favorevole su Registro titolari effettivi

Redazione - 25/02/2021

Lo scorso 14 gennaio il Garante per la protezione dei dati personali ha espresso parere favorevole sullo schema di regolamento del Ministro dell’economia e delle finanze, recante disposizioni in materia di comunicazione, accesso e consultazione dei dati e delle informazioni relativi alla titolarità effettiva di imprese e altri soggetti.

Il Garante evidenzia che il testo trasmesso originariamente è stato oggetto di modifiche ed ha recepito parte delle osservazioni che erano state avanzate dal Garante stesso. In particolare, gli aggiustamenti apportati hanno riguardato gli aspetti di seguito elencati.

  1. Rispetto del principio di limitazione della conservazione dei dati relativamente alla data di inizio del periodo di messa a disposizione (10 anni) dei dati sul Registro delle imprese.
  2. Puntuale individuazione dei dati trattabili dalle Camere di commercio per i titolari effettivi che potrebbero essere esposti ad un rischio sproporzionato di frode, rapimento, ricatto, estorsione, molestia, violenza o intimidazione ovvero quando si tratta di persone incapaci o minori d’età.
  3. Per i dati “particolari” o “giudiziari” la conservazione separata, accessi selettivi da parte dei soli soggetti autorizzati dalle Camere di commercio, cifratura di tali dati ai non addetti.
  4. Coinvolgimento dei cointrointeressati nei casi di accesso ai dati da parte del pubblico o di portatori di interessi giuridici rilevanti e
    differenziati.
  5. Eliminazione della possibilità di accesso massivo e periodico.
  6. Predisposizioni di disciplinari tecnici da parte dei gestori dei Registri presso le Camere di commercio.
  7. Garanzia di anonimato del soggetto obbligato che segnala difformità tra i dati presenti nel Registro e quelli rilevati nell’ambito dell’adeguata verifica della clientela.

Ulteriore elemento che il Garante suggerisce di introdurre nel futuro Decreto è la precisazione che, a comprova dei dati che vengono forniti dagli amministratori tramite dichiarazione sostitutiva, sia precisato che la documentazione a supporto sia esclusivamente quella “assolutamente necessaria”, in ossequio al principio di minimizzazione dei dati.

Approfondimenti: GarantePrivacy-9541019-1.1